Google e la salute: sarà più facile fare autodiagnosi

GoogleHealth

A chiunque, per un motivo o per un altro, è capitato di rivolgersi a Google per cercare informazioni sulla propria salute, dal semplice mal di testa a malattie ben più gravi: si scrivono i sintomi e si cerca la diagnosi. Precisato che è sempre preferibile rivolgersi ad un medico, Google ha appena annunciato di aver perfezionato proprio questo tipo di ricerche. Sarà sufficiente inserire il sintomo o la lista di sintomi per ricevere quella che potrebbe essere la diagnosi.

Google, si legge in un post sul blog ufficiale di Inside Search, fornirà una lista generata dal proprio algoritmo sulla base dei dati contenuti nelle migliaia di pagine web indicizzate. L'esempio riportato è chiarissimo: per "dolore addominale sul lato destro" il motore di ricerca ipotizza appendicite, cisti ovarica, ernia, calcolosi renale e intestino irritabile. Tra le fonti ci sono abdopain.com e Wikipedia.

Va specificato, vista la delicatezza dell'argomento, che tale lista è un aggregato di quanto scritto online circa i sintomi inseriti e non vede in nessun modo l'intervento diretto di medici o esperti: speriamo che questa caratteristica renderà ancor più facile e veloce la ricerca dei sintomi e condizioni di salute su Google. Siamo onorati dal numero di persone che si rivolgono a noi ogni giorno per questioni così importanti e stiamo lavorando duramente per rendere i risultati delle vostre ricerche ancor più utili.

Pericoloso e sconsiderato o pratico ed utile? A voi la parola.

  • shares
  • +1
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: