USA: un giudice afferma che Yahoo debba affrontare le cause legali inerenti il furto di dati

Negli Stati Uniti un giudice ha affermato che Yahoo debba affrontare le cause legali inerenti il furto di dati sulla piattaforma.

giudice

Yahoo - Negli Stati Uniti il giudice di un tribunale ha deciso che le cause legali intentate contro Yahoo per via del furto di dati da parte di hacker debbano andare avanti. La causa riguarda due grossi furti di dati: uno è quello del 2013 che ha colpito più di un miliardo di utenti, l'altro è quello della fine del 2014 e che ha interessato circa 500 milioni di account. Ben cinque class action sono state intentate contro Yahoo, per cercare di rappresentare gli utenti i cui account sono stati compromessi dagli hacker, con particolare riferimento a email, password e altre informazioni sensibili.

Yahoo, ovviamente, ha cercato di respingere la causa, affermando che le vittime non abbiano la legittimità per potarla avanti, un'affermazione, però, respinta dal giudice distrettuale statunitense Lucy Koh. Secondo quando deciso dal giudice "tutti i ricorrenti hanno subito un rischio di un futuro furto di identità, oltre alla perdita di valore delle loro informazioni personali di identificazione". Il giudice ha poi fornito ai ricorrenti la possibilità di modificare la loro denuncia contro Yahoo. Diciamo che la sentenza è anche un duro colpo per Verizon che ha da poco acquisito Yahoo.

Via | The Verge

Foto | 124387535@N03

  • shares
  • Mail