Microsoft promette che non forzerà più gli utenti a fare gli aggiornamenti

Microsoft ha promesso che non obbligherà più gli utenti a fare gli aggiornamenti come successo con Windows 10.

microsoft

Microsoft - Si potrebbe dire che il roll out di Microsoft Windows 10 sia stato un mezzo disastro. Non è che il sistema operativo sia pessimo, anzi, in molti lo considerano decisamente migliore rispetto a Windows 8 e Windows 8.1. Il vero problema è il modo in cui Microsoft ha praticamente forzato gli utenti ad effettuare l'aggiornamento. Riconoscendo l'errore, Microsoft ha ora promesso di non obbligare mai più gli utenti a fare un aggiornamento in questo modo e lo ha promesso proprio in tribunale. Se non avete famigliarità con le tattiche di aggiornamento di Microsoft Windows 10, vi rammentiamo come molti utenti abbiano notato come i loro computer scaricassero automaticamente l'enorme file di aggiornamento di Windows 10, senza neanche chiedere.

Il problema, poi, è stato aggravato da avvisi di aggiornamento vaghi e confusi (nel mio caso, per esempio, la casellina in basso a a destra che si apriva per suggerire di effettuare l'aggiornamento si apriva a tradimento nei momenti più impensati ed era tutta bianca, non compariva la scritta. Sapendo dove stava la X per chiuderla, la chiudevo tutte le volte, ma se avessi cliccato a casaccio sul bianco nel tentativo di chiuderla avrei avviato l'aggiornamento a mia insaputa), avvisi che hanno portato molti utenti ad avviare l'aggiornamento a Windows 10 senza rendersene conto. Successivamente Microsoft si è scusato per questa strategia di aggiornamento e ora afferma di aver imparato molto da questa vicenda.

Via | BGR

Foto | jeepersmedia

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail