Sarahah, come funzione l'app dedicata ai messaggi anonimi

Ecco come funziona Sarahah, l'app dell'estate 2017 dedicata ai messaggi anonimi.

sarahah

Sarahah - Se Pokémon Go è stata l'app dell'estate 2016, quella dell'estate 2017 è di sicuro Sarahah. Creata in Arabia Saudita da ZainAlabdin Tawfiq, si tratta di un'applicazione che ricorda molto da vicino Ask.Fm. Il suo creatore, originariamente, l'ha sviluppata con l'intendo di ottenere riscontri reali da colleghi e amici, tuttavia, come spesso succede in questi casi, adesso sta spopolando soprattutto fra gli adolescenti perché permette di postare messaggi e commenti anonimi. Ovviamente in molti stanno usando quest'applicazione in maniera non appropriata o non consona allo scopo originario.

Sarahah: come funziona?

Prima di tutto: è possibile postare commenti anonimi su Sarahah anche senza registrarsi. Se poi volete, invece, usufruire di tutte le funzioni dell'app, allora bisogna registrarsi, a patto però di avere più di 17 anni, così come richiesto dall'applicazione al momento di creare l'account. A differenza di Ask.Fm, Sarahah è stato studiato per funzionare in maniera più agevole da cellulare e si integra anche con i principali social network.

Infatti è possibile condividere i messaggi ricevuti su Facebook, per esempio, in modo da ampliare la discussione. Ma come funziona? Semplice: dovete scaricare come prima cosa l'app dal Google Play Store o dall'App Store. Adesso dovete semplicemente creare il vostro profilo, modificando le diverse opzioni della bacheca dei messaggi, fra cui anche disabilitare la capacità di scrivere commenti a chi non si è iscritto all'applicazione. Inoltre è anche possibile segnalare commenti inadeguati.

Oltre a condividere i commenti, poi, potrete condividere sui principali social network anche il link al vostro profilo, in modo che i vostri amici, famigliari e conoscenti possano postare commenti anonimi dicendovi cosa pensano di voi. Se lo scopo originale di questa app è nobile, non altrettanto lo è l'uso potenziale che se ne può fare: ci sono sì commenti lasciati da persone che magari, per eccessiva timidezza, hanno paura di postare commenti pubblici nei confronti di persone che stimano, ci sono anche gli inevitabili commenti ironici e satirici, ma il vero problema sono i commenti velenosi rilasciati solo per scaricare il proprio odio e veleno sapendo di non poter essere identificati.

Forse. Perché c'è chi sostiene che chiunque sappia smanettare bene sul computer, possa comunque risalire all'identità di chi ha postato il messaggio anonimo, complici anche i diversi bug presenti sull'app. Il che vorrebbe dire che la possibilità di essere identificati e quindi querelati o denunciati per insulti e diffamazione. Questo perché un bug particolare permette a chi sa cosa cercare di trovare comunque l'id del mittente se si è loggato tramite i social network. Inoltre c'è anche chi potrebbe usare Sarahah per auto-promuvoersi: una star del web potrebbe lasciare messaggi anonimi in cui si auto-incensa o inscenare falsi flame per rinverdire la propria popolarità. E che dire del cyberbullismo? Qui ci andrebbe a nozze. Voi avete provato l'app? Come vi trovate? E quanto durerà questa ennesima moda?

Via | Google Play Store e dall'App Store

  • shares
  • Mail