Facebook sta pensando di creare un device hardware modulare. Uno smartphone?

Facebook starebbe meditando di creare un device hardware modulare. Un cellulare?

mark zuckerberg ceo

Facebook sta forse meditando di realizzare un suo proprio smartphone? Tutto nasce dal fatto che il social network ha da poco depositato la domanda di un brevetto che contiene le seguenti specifiche: "Un dispositivo elettromeccanico modulare" che può incorporare un altoparlante, un microfono, un touch screen, un GPS e una funzione di telefono. Un cellulare, in pratica. Questo hardware modulare permetterebbe agli utenti di combinare e scambiare componenti diversi sul dispositivo, un po' come si fa con i pezzi Lego. A dire il vero, la creazione di uno smartphone plug-and-play ha ispirato per lungo tempo le aziende tecnologiche: Google ha passato anni sul suo telefono Project Ara, solo per chiudere baracca e burattini lo scorso anno. La cosa curiosa, però, è che molti membri chiave del vecchio team Project Ara, adesso lavorano nel gruppo Building 8 di Facebook, quello responsabile della nuova domanda di brevetto.

Facebook ce la farà a creare un suo cellulare modulare?

Building 8 è il laboratorio hardware di Facebook, quello che sta lavorando a progetti futuristici relativi alla capacità di digitare usando la mente e di capire il linguaggio attraverso la pelle. Quattro membri del team, inoltre, in precedenza avevano lavorato su Nascent Objects, la quale usava stampanti in 3D per creare rapidamente gadget modulari.

Facebook al momento non ha rilasciato commenti ufficiali, tuttavia si pensa che questo dispositivo modulare potrebbe funzionare come un cellulare o come un altoparlante musicale in stile Amazon Alexa. Nel brevetto si legge anche che "milioni di dispositivi" collegati a un server potrebbero avere a disposizioni diversi software basati su componenti modulari. Speriamo che questo device abbia sorte migliore rispetto al precedente telefono di Facebook, l'HTC del 2013, progetto che era stato un flop completo.

Via | BusinessInsider

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail