Uber permetterà di dare la mancia agli autisti

LONDON, ENGLAND - DECEMBER 22:  An Uber driver poses for a photograph in an Uber t-shirt and holding a smart phone displaying the Uber app after delivering petitions to the Transport for London headquarters on December 22, 2015 in London, England. The Uber drivers formally handed in the petition, signed by over 205,000 people, to oppose proposals such as introducing minimum 5 minute waiting times.  (Photo by Carl Court/Getty Images)

Dopo otto anni di servizio - e nel giorno in cui il CEO si è dimesso, dando l’avvio a un periodo di importanti cambiamenti per l’azienda - Uber ha annunciato di essere in procinto di implementare un sistema per permettere agli utenti di dare le mance agli autisti, una possibilità fino ad oggi negata per una serie di validi motivi, a cominciare dal fatto che gli autisti potrebbero dare priorità ai clienti dei quartieri notoriamente più ricchi a discapito di tutti gli altri.

Mettendo da parte le preoccupazioni che avevano bloccato l’azienda dal fare questo passo, il primo di una serie di cambiamenti per Uber sta arrivando: si parte in queste ore con una fase di test nelle città di Seattle, Minneapolis e Houston e si arriverà a coprire tutti gli Stati Uniti entro la fine del mese di luglio 2017. Non è chiaro, al momento, se la novità sarà estesa anche a tutti gli altri Paesi in cui Uber opera, Italia compresa.

Il cliente, a fine viaggio, potrà decidere di dare una piccola mancia all’autista che lo ha accompagnato semplicemente selezionando l’apposita opzione e decidendo la somma da destinare alla cosa.

LONDON, ENGLAND - AUGUST 03:  The Uber home page is displayed on an iPhone next to the company logo on a computer screen on August 3, 2016 in London, England.  (Photo by Carl Court/Getty Images)

Via | Uber

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail