Windows, continua l’attacco ransomware WCry/WannaCry: oltre 130 mila casi

Continuano senza sosta gli attacchi ransomware col malware WCry/WannaCry e in queste ultime ore hanno toccato quota 200 mila in più di 150 Paesi di tutto il Mondo.

Secondo i dati diffusi da Kaspersky Lab, la Russia sarebbe stata tra i Paesi più colpiti, seguita da India e Ucraina. In Cina oltre 30 mila tra istituzioni e organizzazioni, incluse agenzie governative ed ospedali, sarebbero finite nel ricatto di WCry/WannaCry, così come decine di strutture legate al Servizio Sanitario Nazionale del Regno Unito.

Molte strutture sono riuscite a tornare alla normalità nel corso del weekend che si è appena concluso e secondo un’analisi della BBC sarebbero stati pagati oltre 38 mila dollari di riscatto. Si tratta di una primissima stima fatta analizzando tre account legati alle richieste di riscatto, quindi la cifra pagata in tutto il Mondo potrebbe essere sostanzialmente superiore, considerando anche che col passare del giorni la richiesta di riscatto salirà rispetto ai 300 dollari chiesti inizialmente e lo spauracchio dei file cancellati entro 7 giorni rischia di spingere molti utenti e organizzazioni a pagare.

In queste ore, intanto, il presidente di Microsoft Brad Smith si è rivolto ai governi di tutto il Mondo:

Abbiamo visto le vulnerabilità archiviate dalla CIA finire su WikiLeaks e ora queste vulnerabilità rubate all’NSA hanno colpito utenti in tutto il Mondo. Uno scenario equivalente con armi convenzionali sarebbe il furto di missili Tomahawk dall’esercito statunitense. I governi dovrebbero considerare questo attacco come una sveglia.

E, vogliamo aggiungere, dovrebbero farlo anche gli stessi utenti colpiti: la vulnerabilità sfruttata dal malware era già nota da settimane e l’aggiornamento per correggerla era stato prontamente rilasciato da Microsoft. Chi, di fronte a un aggiornamento obbligatorio decide di rimandare e rimandare si sta consapevolmente rendendo vulnerabile a un attacco.

attacco-malware-wannacry_04.jpg

  • shares
  • Mail