Spotify acquisisce Mediachain per risolvere i problemi delle royalty

Sembra che Spotify abbia deciso di acquisire Mediachain per risolvere i problemi di royalty per gli artisti.

spotify

Spotify ha acquisito i Mediachain Labs, una startup con base a Brooklyn, per cercare di risolvere i problemi di royalty degli artisti. Grazie alla sua tecnologia, si cercherà di connettere in modo migliore gli artisti e i titolari delle royalty con le canzoni ospitate su Spotify. Fra le tecnologie che probabilmente verranno usate ci sono anche un database decentralizzato e un sistema peer-to-peer per collegare le applicazioni con i media e le informazioni. Inoltre ci sarebbe anche un motore per l'attribuzione per i creatori e Cryptocurrency, sistema che premia i creatori per il loro lavoro.

Come funzionerà la collaborazione fra Spotify e Mediachain?

Da sempre Spotify ha avuto un problema con le royalty: non essendo riuscito ad ottenere le licenze meccaniche, quelle che permettono al titolare di un diritto d'autore di controllare la riproduzione delle sue opere musicali, ecco che un gran numero di esse non erano state pagate. Spotify ha poi ottenuto un accordo per pagare queste royalty mancate, con aggiunta una penalità, ma si era anche giustificato sostenendo di non avere semplicemente i dati necessari per riuscite a capire quali richieste di royalty fossero legittime e quali no o anche solo come individuare tutte le parti in causa per il pagamento.

Spotify aveva sostenuto come gli mancasse un database autorevole atto a coprire tutti i diritti musicali esistenti. Grazie però a Mediachain, Spotify potrebbe avere accesso a un database decentralizzato, struttura indispensabile per riuscire ad attribuire a tutti le giuste royalty. Mediachain ha spiegato che userà la tecnologia già esistente a favore di Spotify, anche se i termini dell'accordo non sono stati rivelati.

Via | Techcrunch

Foto | sorosh

  • shares
  • +1
  • Mail