Microsoft avverte gli utenti: per ora non installate l'ultimo aggiornamento

Sul suo blog Microsoft dà un avvertimento agli utenti: non installate l'ultimo aggiornamento. Ecco il perché.

windows 10

Windows - Con l'aggiornamento a Windows Creators Update dedicato a Windows 10, Microsoft aveva promesso che gli utenti avrebbero avuto l'opzione di rimandare gli aggiornamenti futuri per un periodo di tempo limitato, cosa di cui molti utenti si erano rallegrati. Ma adesso che il roll out dell'aggiornamento è iniziato, è diventato evidente che ci sono ancora alcuni notevoli problemi di stabilità, per cui l'esecuzione di una installazione manuale al momento non viene consigliata. Il tutto è stato spiegato su post sul blog di Windows dallo stesso direttore del programma di gestione.

Perché non dobbiamo scaricare l'ultimo aggiornamento di Windows 10?

Il direttore ha spiegato che l'ultimo aggiornamento sta procedendo piano perché ci sono diversi problemi noti che potrebbero causare guai agli utenti meno esperti. Il post a dire il vero non spiega specificatamente a quali problemi si riferisca, ma sembra che ci siano determinati bug non ancora rimossi su alcuni dispositivi. Per esempio si sa già che i PC che utilizzano un certo tipo di radio Bradcom hanno problemi di connettività con i dispositivi Bluetooth.

Se non siete tipi da installazione manuale degli aggiornamenti, probabilmente non ci sono problemi, Windows 10 ha spinto per gli aggiornamenti automatici sin dal suo debutto. Bisogna dire che gli aggiornamenti sono utili per la sicurezza, ma Windows 10 ha quella fastidiosa abitudine di decidere improvvisamente quando è il momento di installare quella patch più recente con annesso riavvio del computer, sempre quando stai facendo qualcosa di importante al computer. Con la nuova versione, almeno, potremo rimandare gli aggiornamenti per un periodo limitato di tempo.

Se avete accidentalmente fatto l'ultimo aggiornamento e vi siete resi conto che ci sono problemi, ricordatevi che è sempre possibile disinstallarlo e tornare alla versione precedente.

Via | Gizmodo

Foto | okubax

  • shares
  • +1
  • Mail