Windows: un trucco per aggirare le restrizioni di aggiornamento di Windows 10

Ecco un piccolo trucco per riuscire ad aggirare le restrizioni di aggiornamento di Windows 10 che impediscono gli update alle vecchie versioni.

windows 10

Windows - C'è da dire che Microsoft quando si tratta degli aggiornamenti di Windows non è proprio simpatico. Continua a dire che non sarà più così aggressivo con gli aggiornamenti di Windows 10, ma a parole dice una cosa e a fatti un'altra. Ah, quanto sono simpatici gli aggiornamenti automatici di Windows 10, proprio una bella cosa, questo almeno fino a quando non hai la sfortuna di scoprire che il tuo InstallShield non funziona come dovrebbe e che ogni volta che cerca di fare un aggiornamento nell'ordine:

  • ti blocca il computer
  • ti costringe a riavviarlo qualsiasi cosa stessi facendo senza farti salvare nulla
  • ti obbliga a riconnetterti da capo perché fa pasticci con la connessione

E ovviamente lo strumento di riparazione automatico di Windows Update non serve a una emerita cippa. A parte questo piccolo e doveroso sfogo, recentemente molti utenti si sono accorti che non riescono ad ottenere più aggiornamenti per i loro PC con Windows 7 e Windows 8.1, anche se alimentati da chip Intel più recenti. In teoria con Windows 7 ci può stare perché il supporto free per gli aggiornamenti in teoria dovrebbe essere già cessato (rimane quello a pagamento), ma su Windows 8.1 la cosa non appare logica.

Il problema è che Microsoft ha rilasciato un nuovo strumento che controlla che tipo di processore abbiamo sul computer e che impedisce di ricevere eventuali aggiornamenti nel caso rilevi che si ha una CPU di nuova generazione in un computer che esegue una versione di Windows che non è Windows 10.

Windows: come ottenere gli aggiornamenti su Windows 7 e Windows 8.1

Come prevedibile, qualcuno è riuscito ad aggirare queste restrizioni di Microsoft. Lo scopo di Microsoft è chiaro: stimolare gli utenti, privati degli aggiornamenti di sicurezza, a passare a Windows 10. A dire il vero Microsoft aveva avvisato in precedenza gli utenti di quello che sarebbe successo, cioè che i nuovi chip Intel non avrebbero supportato le vecchie versioni di Windows.

Lo strumento di Microsoft potrebbe fornirvi un messaggio di errore che dice "Il tuo PC utilizza un processore che non è supportato in questa versione di Windows e non riceverai gli aggiornamenti". Tuttavia, secondo quanto rivelato da ZDNet, lo sviluppatore e utente di Windows Zeffy ha pubblicato una nuova patch su GitHub che impedisce allo strumento di Microsoft di controllare l'età del processore del computer. Questo vuol dire che dopo aver usato questa patch non ufficiale, sarà possibile installare gli aggiornamenti di sicurezza su Windows 7 e Windows 8.1.

Se vi interessa questa patch non ufficiale, la potete trovare a questo link di GitHub.

Via | BGR

Foto | osde-info

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO