Nasce Facebook Journalism Project: ecco come funziona la nuova piattaforma

Arriva Facebook Journalism Project, piattaforma dedicata al giornalismo (e che forse permetterà di combattere le notizie false e le bufale).

mark zuckerberg

Facebook Journalism Project - Arriva Facebook Journalism Project, la nuova piattaforma di Mark Zuckerberg dedicata al giornalismo. Si tratta di un sistema nato anche per combattere contro le notizie false e le bufale che imperversano sul social network. Tramite questa piattaforma Facebook e il mondo dell'informazione stringeranno un legame più stretto, educando anche nel contempo magari gli utenti nel riconoscere le notizie vere da quelle false e insegnando loro a non condividere le bufale. Sono tre i capisaldi di questo progetto:

  1. lavoro di squadra: tramite il lavoro di più persone sarà possibile creare nuovi formati per dare news e attirare gli utenti, magari usando i video Live, le foto, i video a 360 gradi e anche gli Instant Articles. Grazie alla collaborazione con partner giornalistici, verrà dato maggior spazio anche alle notizie locali, molto amate dagli utenti. Per l'occasione, si dovranno poi creare nuovi hackaton dove tutti possano confrontarsi fra di loro
  2. nuovi strumenti per i giornalisti: la piattaforma realizzerà corsi di e-learning per quanto riguarda servizi, funzioni e tool di Facebook. Si parlerà anche di best pratcice con i giornalisti. Pare anche che lo strumento CrowdTangle, usato per capire chi siano gli influencer e per misurare il livello social delle storie, sarà gratuito per tutti i partner del progetto. All'interno di questo progetto molto importante sarà anche Facebook Live, utile per scovare le notizie in tempo reale, mentre da adesso l'amministratore di una Pagina potrà nominare certi giornalisti come contributori in modo che possano caricare news per conto della Pagina stessa
  3. nuovi strumenti per tutti: non solo i giornalisti, anche agli utenti verranno dati nuovi strumenti per trovare le notizie e per capire la differenza fra le notizie vere e quelle false, oltre a spiegare loro come si selezionano le fonti più atendibili. Tutto ciò servirà, forse, anche a minimizzare il rischio di diffusione di bufale

Via | CBC

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail