WhatsApp introduce l’autenticazione a due fattori

autenticazione-due-fattori-whatsapp.jpg

WhatsApp sta per aumentare la sicurezza degli utenti grazie all’autenticazione a due fattori, opzione già introdotta dai grandi colossi del web, da Facebook a Google, e da qualche ora avvistate nelle ultime versioni beta di WhatsApp per Android e Windows Phone.

L’opzione, disattivata di default, permetterà di dormire sonni più tranquilli nel caso in cui il nostro dispositivo venga clonato da malintenzionati. Al momento, infatti, quando WhatsApp viene attivato su un nuovo dispositivo, tutto quello che chiede è di inserire un codice inviato via SMS al numero inserito. Nel caso di dispositivo clonato, quindi, sarà davvero semplice ricevere quel codice e attivare WhatsApp su quel dispositivo.

L’autenticazione a due fattori, così come è stata vista da chi ha in mano l’ultima beta di WhatsApp, richiede l’inserimento di un ulteriore codice di 6 cifre scelto dall’utente, che dovrà essere inserito solo in caso di nuova attivazione. Questo codice sarà scelto dall’utente al pari di una password e il suo mancato inserimento impedirà l’attivazione di WhatsApp su un nuovo dispositivo.

Vista la presenza di questa novità nell’ultima beta di WhatsApp, è lecito aspettarsi un rollout globale nel giro di qualche settimana.

Via | Android Police

  • shares
  • +1
  • Mail