Twitter sta provando a vendere Vine

vine-valentinejpg

I fanatici di Vine possono ancora sperare. Twitter, a poche settimane dall’annuncio della chiusura del servizio di condivisione di video di 6 secondi, starebbe seriamente pensando di venderlo al migliore offerente, lasciando così ad altri il compito di continuare a far vivere Vine e incassando pure qualcosa.

Sarebbero diverse, secondo quanto riferisce TechCrunch, le proposte già arrivate in casa Twitter, anche se al momento non è stata ancora presa una decisione. Le offerte, va detto, non sarebbero così corpose e alcune di loro sarebbero addirittura inferiori ai 10 milioni di dollari, circa un terzo della spesa sostenuta da Twitter quando acquisì la startup nel 2012 e meno di quanto Twitter deve spendere ogni mese per mantenere attivo il servizio.

Le offerte sono ovviamente proporzionate al declino di Vine, riuscito nel corso degli anni a conquistare oltre 200 milioni di utenti senza però trovare una vera e propria collocazione nel panorama dei social network. Dopo il boom iniziale, Vine ha subito un vero e proprio declino e non è certo che una eventuale acquisizione possa riuscire a risollevarne le sorti.

Twitter, dal canto suo, vendendo il servizio potrà togliersi dalle spalle il fardello di tenere in vita l’archivio e tagliare così ulteriormente le spese da sostenere ogni mese. Nulla è ancora deciso, insomma, ma siamo certi che avremo notizie ufficiali nel giro di pochi giorni.

  • shares
  • +1
  • Mail