Microsoft smetterà di vendere Windows 7 e Windows 8.1 ai produttori di computer

Microsoftnon venderà più Windows 7 e Windows 8.1 ai produttori di computer.

windows 7

Microsoft ha deciso di smettere di vendere Windows 7 Professional e Windows 8.1 ai produttori di computer. Come a dire: via il vecchio, benvenuto il nuovo. Questo vuol dire che da adesso in poi se si vuole acquistare un computer con Windows 7 o Windows 8.1 l'unica è sperare nei fondi di magazzino, si andrà ad esaurimento scorte. Due anni fa Microsoft aveva smesso di vendere Windows 7 Home Basic, Windows 7 Home Premium e Windows 7 Ultimate. Adesso anche Windows 7 Professional e Windows 8.1 sono fuori dai giochi, lasciando così Windows 10 come unica opzione possibile. Sempre se si desidera un computer con un sistema operativo Microsoft.

Microsoft: addio a Windows 7 e Windows 8.1

Questo è il modo con cui Microsoft si libera dei sistemi operativi vecchi. E' anche interessante notare come il supporto Mainstream per Windows 7 si sia concluso il 13 gennaio 2015. Questo vuol dire niente correzioni di bug, modifiche di progettazione e inserimento di nuove funzionalità. Il supporto veniva dato unicamente per gli aggiornamenti relativi alla sicurezza.

Il supporto Mainstream per Windows 8.1, invece, si concluderà il 9 gennaio 2018, mentre Windows 10 è garantito fino al 13 ottobre 2020. Tuttavia Windows 10 è stato concepito in maniera leggermente diversa dai suoi predecessori, verrà aggiornato regolarmente non solo per quanto riguarda i soliti update, ma anche per quanto riguarda le nuove funzionalità.

Quindi chi ha un computer con Windows 7 e Windows 8.1 se li tenga ben stretti, i prossimi avranno solo più Windows 10 anche se questo vuol dire che non solo sarà supportato nel corso dei prossimi anni, ma anche che avrà migliorie e nuove funzionalità in automatico.

Via | VentureBeat

Foto | mendhak

  • shares
  • +1
  • Mail