UberEats sbarca a Milano: ecco come funziona la consegna del cibo

UberEats, il servizio di Uber per la consegna dei pasti, ha finalmente varcato il confine italiano ed è sbarcato in pompa magna a Milano, prima tappa di un’espansione che proseguirà nel caso in cui questo esperimento si riveli un successo.

Il servizio, al pari di quello offerto da Amazon in diverse città del Mondo e simile in tutto e per tutto ai già disponibili Moovenda e Deliveroo, farà da tramite tra i ristoratori e i clienti, che non dovranno far altro che scegliere il cibo che preferiscono e farselo portare a casa da Uber.

Se avete già familiarità con servizi simili, UberEats non vi disorienterà: attraverso l’applicazione ufficiale per iOS e Android o il sito eats.uber.com non dovrete far altro che inserire la via in cui vi trovate e scorrere l’elenco dei ristoranti disponibili nei paraggi. A quel punto, scelto il ristorante, potrete aprire il suo menu e fare il vostro ordine.

Un corriere di Uber, che in questo caso viaggerà in bicicletta o in scooter, andrà a ritirare il cibo dal ristorante e ve lo porterà a casa con le tempistiche indicate al momento dell’ordine, al momento senza spese di consegna. Pagherete, di fatto, solo il cibo ordinato.

A questa prima fase di espansione su Milano, come confermato dal General Manager di Uber Italia Carlo Tursi, potrebbero seguire altre città italiane:

Considerato il successo riscosso nelle altre città europee, ci aspettiamo che la 'piazza' di Milano risponda con altrettanto entusiasmo. Al momento il servizio sarà attivo solo a Milano ma ci auguriamo di poter arrivare presto anche in altre città italiane.

ubereats-04.jpg

  • shares
  • Mail