Non è Steve Jobs, ma è The Protester «la persona dell’anno» sul TIME

Time – Person of the Year

Il settimanale statunitense TIME attribuisce ogni anno, con un’edizione speciale, il titolo di Person of the Year: nel 2011 si pensava che il protagonista sarebbe stato Steve Jobs e, invece, è stato eletto The Protester. È l’immagine d’un “anonimo” manifestante che combatte in piazza per i propri diritti, dal Maghreb a Wall Street.

Benché questo individuo rappresenti diverse incarnazioni del manifestante, il richiamo ad Anonymous e alle rivendicazioni del movimento di Occupy Wall Street è evidente: la stessa organizzazione s’è affrettata ad auto–attribuirsi la paternità di The Protester. La scelta del TIME ricorda quant’è distorta l’immagine degli Stati Uniti.

Le immagini e la cronaca delle proteste di Wall Street, che hanno contagiato un po’ tutto il mondo occidentale, passano raramente sui medium tradizionali italiani. Eppure, i presidi occupano le piazze da circa un anno — per manifestare il dissenso nei confronti della finanzia internazionale. Incidendo più della morte di Steve Jobs.

Via | TG Daily

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: