Facebook inventa i gesti per creare emoji nella realtà virtuale

Facebook ha inventato alcuni gesti per ricreare emoji anche nella realtà virtuale.

realtà virtuale

Facebook ha deciso di inventare dei gesti per ricreare emoji nella realtà virtuale: agitiamo il pugno e il viso dell'avatar di VR diventerà arrabbiato; metti le mani sul viso e l'avatar esprimerà uno stato di shock; alza le mani in aria e il viso dell'avatar trasmetterà gioia. Sono quelle che Facebook chiama VR emoji ed è un sistema nato per permetterci di trasmettere emozioni anche nella realtà virtuale. Ovviamente non spunteranno emoticon gialle sopra le teste dell'avatar, bensì occhi, bocca, sopracciglia e diverse caratteristiche facciali cambieranno per imitare il modo in cui esprimiamo il linguaggio corporale nel mondo reale.

Facebook e le VR emoji: come funzionano e a cosa servono

Michael Booth di Facebook ha spiegato che quando inviamo un messaggio e vogliamo sottolineare l'emozione che lo accompagna, vi inseriamo un'emoji per far capire all'interlocutore il tono del testo. In VR c'è un problema analogo: non vedi il vero volto dell'altro e quindi non percepisci le emozioni. In VR c'è bisogno di emozioni, in fin dei conti siamo abituati a interagire con gli altri anche tramite la gestualità facciale.

Facebook ha deciso di ricreare le emoji virtuali basandosi su gesti che le innescano e non su sistemi di tracciamento oculare o facciale in quanto questo sistema avrebbe richiesto l'inserimento di hardware aggiuntivo nelle cuffie VR.

Altri dettagli sugli avatar: devono essere credibili, fedeli alla realtà e devono permetterci di riconoscere gli amici all'istante. Facebook sta anche sperimentando diversi sistemi per personalizzare gli avatar e renderli più simili possibile al modello originale: uno strumento di disegno interno; un sensori di struttura occipitale; possibilità di ricreare il viso dalle foto taggate su Facebook.

Via | Techcrunch

Foto | Screenshot dal video di YouTube

  • shares
  • Mail