Google Drive introduce la ricerca con linguaggio naturale

Google Drive, il servizio di cloud storage di BigG, è diventato un po’ più utile e pratico grazie all’ultimo aggiornamento che ha portato nella piattaforma alcune delle funzionalità chiave della ricerca di Google.

La novità senza dubbio più interessante, annunciata ieri da Google, è l’introduzione dell’elaborazione del linguaggio naturale (NLP) nelle ricerche effettuate in Google Drive. Questo significa che potremo scrivere esattamente ciò che stiamo cercando - “trova le foto scattate a novembre 2014”, “mostrami i fogli di calcolo del maggio scorso” e via dicendo - senza dover andare manualmente a cercare tra le varie cartelle e i file archiviati.

Google ha introdotto anche i suggerimenti di ricerca: se scriviamo qualcosa di sbagliato nel campo delle ricerche, Google - proprio come accade nel motore di ricerca - ci suggerirà il termine corretto o uno affine, il classico “forse cercavi XYZ”.

Il rollout della novità è partito ieri e raggiungerà tutti gli utenti nel corso delle prossime settimane.

ricerca-linguaggio-naturale-google-drive-05.jpg

Via | Google

  • shares
  • +1
  • Mail