Microsoft chiude la divisione londinese di Skype: a rischio 400 posti di lavoro

Microsoft ha deciso di chiudere lo storico quartiere generale di Skype a Londra come parte di una strategia a medio-lungo termine già anticipata dall’azienda di Redmond nel suo rapporto annuale ai finanziatori, secondo il quale nel prossimo futuro saranno circa 2.800 i dipendenti dell’azienda che saranno mandati a casa.

Skype, acquisita da Microsoft nel 2011 per 8,5 miliardi di dollari, è sempre rimasta una divisione piuttosto indipendente rispetto al quartiere generale di Redmond, ma ora sembra giunto il tempo di unificare il tutto negli Stati Uniti e dire addio alla sede distaccata di Londra.

L’indiscrezione è stata lanciata dal Financial Times, ma Microsoft ha confermato di aver “preso la decisione per unificare alcune delle posizioni ingegneristiche, mettendo potenzialmente a rischio un numero di ruolo e posizioni concentrati globalmente su Skype”. A perdere il posto di lavoro, secondo le stime, saranno circa 400 persone. Microsoft sposterà a Redmond alcune delle posizioni chiave, ma per tutti gli altri non ci sarà più posto nell’azienda.

Un ex dipendente di Skype, interpellato dal quotidiano, si è detto per nulla sorpreso da questa decisione, nell’aria ormai da tempo e presa dopo che diversi dirigente di Skype si hanno lasciato l’azienda nel corso di questi ultimi anni:

So che è naturale integrare, ma Skype è la conchiglia di quello che era una volta l’azienda. Una delle cose che ha sempre costituito un problema per Microsoft era che le grandi decisione venivano generalmente prese in Europa e non a Redmond. Adesso sarà un’azienda di Redmond invece che lo Skype indipendente che è stato fino ad oggi.

SAN FRANCISCO, CA - MAY 10:  Microsoft CEO Steve Ballmer (L) shakes hands with Skype CEO Tony Bates during a news conference on May 10, 2011 in San Francisco, California.  Microsoft has agreed to buy Skype for $8.5 billion. (Photo by Justin Sullivan/Getty Images)

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail