Chrome si impegna per un web più sicuro: nuovi avvisi per i siti non protetti

google-https.jpeg

La nuova versione di Chrome, il browser di casa Google, è stata rilasciata una manciata di giorni fa, ma l’azienda sta già lavorando ormai da tempo alle versioni successive e tra queste ci sarà anche Chrome 56, in arrivo il prossimo gennaio, con una novità che andrà a penalizzare i siti che non sono ancora passati al protocollo sicuro HTTPS.

Se ad oggi Chrome si limita a segnalare quando il sito a cui siamo collegati usa HTTPS o HTTP, a partire dal 2017 i siti che usano HTTP e che chiedono agli utenti di inserire password o dati di carte di credito o altre forme di pagamento saranno segnalati come non sicuri con un avviso in rosso che metterà in guardia gli utenti.

Gran parte del traffico web ha già effettuato la transizione da HTTP a HTTPS, ma c’è ancora molto da fare e Google punta a fare il proprio contributo in questo senso, da un lato mettendo in guardia gli utenti e dall’altro spingendo i siti a passare ad HTTPS per non venir segnalati come non sicuri.

L’avviso, almeno nella prima fase, riguarderà solo i siti HTTP in cui gli utenti devono inserire dati sensibili.

Via | Google

  • shares
  • +1
  • Mail