Pokemon Go: il down dei server è stato rivendicato dagli hacker di OurMine

Avete presente il down dei server di Pokemon Go del weekend passato? E' stato rivendicato dagli hacker di OurMine.

pokemon go

Pokemon Go - Sembra che siano stati gli hacker di OurMine a provocare il down dei server di Pokemon Go nel weekend, cosa che ha provocato isterismi nei giocatori che non riuscivano ad accedere al gioco. Pare che gli hacker di OurMine abbiano trascorse le ultime ore colpendo i server d'accesso di Pokemon Go tramite un Distributed Denial of Service (DDoS) impedendo così ai giocatori di accedere al gioco. Il gruppo ha dichiarato che l'attacco sarebbe continuato fino a quando i rappresentanti di Pokemon Go non li avessero contattati. In un post comparso sul loro sito il gruppo ha spiegato il perché dell'attacco: "Nessuno sarà in grado di giocare a questo gioco fino a quando Pokemon Go non ci contatterà sul nostro sito per insegnare loro come proteggersi".

Pokemon Go: perché l'attacco hacker di OurMine?

Negli ultimi tempi OurMine si è fatto notare per avere hackerato gli account di personaggi noti come quello di Sundar Pichai e dello stesso CEO di Twitter, Jack Dorsey. Un membro di OurMine ha spiegato a TechCrunch di far parte di un gruppo di tre adolescenti che sta cercando di spiegare in questo modo quanto sia importante il concetto di sicurezza online.

Il gruppo insiste sul fatto che i suoi atti di hackeraggio vogliano solo promuovere una maggior sicurezza sul web e che se non avessero hackerato loro questi account o server lo avrebbe fatto qualcun altro. Occhio che ovviamente i sistemi di sicurezza promossi da OurMine non sono gratuiti, non sono certo dei Buoni Samaritani e i loro pacchetti di sicurezza vanno dai 30 ai 5000 dollari.

OurMine avrebbe così dichiarato: "Non vogliamo che altri hacker attacchino i loro server, quindi dobbiamo proteggerli noi". Se vi state chiedendo come funzioni un attacco DDoS, in pratica si inonda un server con traffico eccessivo in modo che si sovraccariche e che gli utenti normali non possano accedervi. Tuttavia OurMine non è l'unico gruppo di hacker ad aver preso di mira Pokemon Go, anche il gruppo chiamato Poodle Corp ha affermato di aver hackerato il gioco nel fine settimana.

Niantic Labs non è certo stato con le mani in mano e ha cercato di risolvere subito i problemi. Secondo l'azienda i guasti sono stati identificati e risolti. Tuttavia alcuni utenti ancora faticano ad accedere o lamentano crash improvvisi del gioco.

Via | Techcrunch

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: