Isole di Faroe, la mappatura del territorio si fa con le pecore: ecco Sheep View 360

Se Google non va alla montagna, è la montagna a dover andare da Google. Ed è esattamente quello che è accaduto e sta accadendo con le isole di Faroe, un piccolo arcipelago nel nord dell’Oceano Atlantico tra Norvegia, Scozia e Islanda.

Durita Dahl Andreassen del locale ente del turismo, ha deciso insieme a un gruppetto di di residenti che anche le isole di Faroe meritano di essere mappate in Google Street View e per farlo si è attrezzata con ciò che aveva a disposizione: le pecore, lì presenti quasi in numero doppio rispetto agli umani (circa 80 mila pecore per 49,188 abitanti).

Non avendo accesso al Trekker di Google o ad auto attrezzate, Durita e il suo team hanno legato quattro fotocamere a 360 gradi alimentate ad energia solare su altrettante pecore lasciate libere di scorrazzare in giro e allo stesso tempo riprendere l’ambiente circostante.

Le fotocamere inviano le immagini e le coordinate GPS a Durita e alla sua squadra, che provvede poi a caricare su Google Street View mettendole così a disposizione degli utenti.

Ecco quindi il progetto Sheep View 360: da qui potrete selezionare una delle quattro pecore scelte per il progetto e seguire il tragitto percorso fino a questo momento.

Il progetto ha i suoi evidenti limiti - le immagini non sono state montate insieme come accade con Google Street View, per dirne una - ma è senza dubbio un modo curioso per far conoscere le isole di Faroe e, soprattutto, invitare Google ad avviare un progetto di mappatura insieme al locale ente del turismo.

  • shares
  • +1
  • Mail