Facebook definito 'Mostro' dal ministro israeliano Gilad Erdan

Il ministro israeliano Gilad Erdan ha definito Facebook un "Mostro".

mark zuckerberg

Facebook - Il ministro israeliano per la pubblica sicurezza Gilad Erdan ha definito Facebook come un "Mostro" per aver sabotato indagini di polizia e ha invitato gli israeliani a "tempestare" Mark Zuckerberg chiedendogli di cambiare la politica del social network. Durante un'intervista televisiva Erdan ha detto che il recente aumento degli attacchi in strada da parte dei palestinesi è stato incoraggiato da Facebook in quanto l'azienda sarebbe rea di non aver rimosso velocemente i messaggi di violenza-incitamento all'odio. Erdan ha poi aggiunto che Facebook non collabora alle indagini.

Da parte sua un portavoce di Facebook ha spiegato inizialmente ai Reuters che l'azienda stava lavorando con le autorità israeliane per cercare di bloccare i commenti violenti. Nel frattempo da Facebook è arrivata anche la risposta ufficiale alla questione sollevata da Erdan: "Lavoriamo regolarmente con organizzazioni che si occupano di sicurezza e policy maker di tutto il mondo, Israele compreso, per assicurarci che le persone sappiano utilizzare Facebook in maniera sicura. Non c'è spazio per contenuti che promuovono la violenza, minacce, terrorismo o odio sulla nostra piattaforma. Abbiamo stabilito degli standard pensati per aiutare le persone a capire cosa è concesso su Facebook, e invitiamo gli utenti a segnalare quando ritengono che un contenuto violi queste regole, in modo da poter esaminare ciascun caso segnalato e agire prontamente. Ci confrontiamo regolarmente con il governo su questi problemi".

Non è certo la prima volta che i social network come Facebook si trovano a dover affrontare accuse simili. Il mese scorso il padre di una delle vittime degli attentati di Parigi aveva citato in giudizio Facebook, Twitter e Google per aver "consapevolmente" lasciato che l'ISIS reclutasse persone attraverso le piattaforme. In precedenza la moglie di un americano ucciso in Giordania aveva presentato una denuncia contro Twitter per ragioni analoghe.

Via | Gizmodo.com

Foto | scobleizer

  • shares
  • +1
  • Mail