Facebook: cosa rivela di noi il togliere l'amicizia a qualcuno sul social network

Avete eliminato qualche amico da Facebook? Due studi ci svelano cosa questo fatto dica di noi.

facebook amici

Facebook - Vi è mai capitato di togliere l'amicizia a qualcuno su Facebook? Di sicuro sì, anche solo per fare un po' di pulizia o per eliminare quell'amico saccentone che vi sta facendo impazzire con le sue teorie sulle scie chimiche o che posta mille status farneticanti al giorno. Ecco che allora arrivano due studi effettuati presso l'University of Colorado Denver che ci vogliono spiegare cosa rivela di noi il fatto di aver tolto l'amicizia a qualcuno su Facebook. In pratica hanno indagato la psicologia che si cela dietro quello che in inglese si chiama "Unfriending".

Cosa rivela di noi il togliere l'amicizia a qualcuno su Facebook?

Il primo studio si è concentrato di più su chi siano le persone a cui più facilmente togliamo l'amicizia su Facebook. In ordine abbiamo:

  1. compagni/conoscenti delle scuole superiori
  2. amici di amici
  3. amici del lavoro
  4. amici con interessi comuni

Il co-autore dello studio, Christopher Sibona, ha spiegato che spesso si vogliono tagliare i ponti onlini con persone che sono i disaccordo con noi riguardo argomenti come la religione o la politica, cosa che porta al cosiddetto effetto "bolla". Dal momento che siamo più propensi a divergere radicalmente per quanto riguarda le opinioni con le persone che conoscevamo da fanciulli, ecco le prime persone con cui abbiamo stretto amicizia su Facebook (i vecchi compagni di scuola) sono anche le prime che vengono eliminate. Forse anche perché dopo l'entusiasmo iniziale di aver trovato tutti i nostri compagni di scuola ci ricordiamo che con quello avevamo scambiato sì e no cinque parole in cinque anni di studio, che quello là non lo sopportavamo, che quell'altro ci faceva salire la mosca al naso appena apriva bocca...

Il secondo studio, invece, ha esaminato la ricaduta emotiva di questa pratica di Unfriending e ha scoperto che sono quattro i sentimenti coinvolti: sorpresa, fastidio, divertimento e tristezza. In generale, però, quello che i ricercatori stavano cercando di spiegare è che togliere l'amicizia a qualcuno su Facebook è raramente giustificato a meno che non si stia cercando di preservare la propria sanità mentale. In effetti perché prendersi la briga di eliminare qualcuno quando si può semplicemente impedirgli di seguire i nostri post (basta blindare la privacy per quel determinato contatto) e quando possiamo evitare di seguirlo in modo che i suoi post non compaiano più nel nostro News Feed? E' più semplice e ha meno effetti emotivi a lungo termine.

Via | UK BusinessInsider

Foto | wwworks

  • shares
  • +1
  • Mail