Diaspora riesce a sopravvivere grazie alle donazioni degli utenti

Diaspora2011

Diaspora, il social network open source che si propone come alternativa al ben più utilizzato Facebook, sta sopravvivendo grazie agli utenti. Dopo una breve interruzione del servizio avvenuta nel mese scorso, in molti hanno deciso di contribuire al progetto con delle donazioni, permettendo così agli sviluppatori di introdurre nuove funzioni e di rendere Diaspora più accattivante per tutti quegli utenti già iscritti ad altri social network.

Rispetto all'ultima volta che ne abbiamo parlato, ora l'utente ha la possibilità, dopo aver richiesto un invito ed aver effettuato la registrazione, di collegare a Diaspora il proprio account Facebook abilitando così il cross-posting che tanto era stato richiesto e che potrebbe costituire un buon incentivo per migrare verso questo progetto open source. Gli utenti, inoltre, sono stati invitati ad utilizzare gli hashtag per classificare i loro post e trovare persone che condividono gli stessi interessi.

Diaspora è ancora in versione alpha, ma i suoi supporters continuano a crescere di giorno in giorno, allettati anche dalla possibilità di iscriversi con uno pseudonimo nel pieno rispetto della privacy, che poi è stato uno dei motivi principali che ha spinto i sei studenti di New York a sviluppare questo social network.

Via | The Register

  • shares
  • +1
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: