Julian Assange può essere estradato in Svezia per l’accusa di stupro

WikiLeaksIl fondatore di WikiLeaks, Julian Assange, potrebbe essere estradato in Svezia prima della metà di novembre. L’hanno stabilito i giudici britannici, che hanno autorizzato le autorità svedesi a processare Assange per un presunto episodio di molestie sessuali, avvenuto nel 2010. I legali di Assange hanno due settimane per appellarsi.

Assange è considerato un latitante dall’Interpol, a causa del mandato d’arresto europeo emesso dalla Svezia. Il fondatore di WikiLeaks ha sempre sostenuto d’essere estraneo allo stupro sul quale sarebbe processato e di non trovarsi nel Paese all’epoca dei fatti contestati. Perciò, il giornalista potrebbe decidere di farsi giudicare.

Qualunque debba essere il destino di Assange, WikiLeaks è un’esperienza pressoché conclusa. Tra le difficoltà economica e le defezioni “illustri” dei co–fondatori, il portale ha terminato il proprio ruolo. In positivo, WikiLeaks ha aperto un nuovo modo di fare giornalismo sul web: l’informazione tradizionale n’è stata “contagiata”.

Via | The New York Times

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: