Edward Snowden si dà alla musica elettronica (o quasi)

Edward Snowden, l’ex analista della CIA che nel 2013 ha permesso di far scoprire una serie di programmi di sorveglianza messi in atto dai Governi di mezzo Mondo, si è dato alla musica tecno. O meglio, ha collaborato con il produttore Jean-Michel Jarre nella realizzazione di un brano musicale, Exit.

L’ex informatore, ormai da mesi bloccato in Russia, ha deciso di impiegare il molto tempo libero a disposizione conversando col compositore e musicista francese incontrato grazie al quotidiano britannico The Guardian, che li ha intervistati entrambi e li ha messi in contatto.

Il risultato di questa curiosa collaborazione, che potrebbe non avere un seguito, è un brano di 6 minuti pubblicato oggi su Spotify e incluso nel nuovo album di Jarre, Electronica Volume II: The Heart of Noise, in uscita il 6 maggio prossimo.

Il perchè di questo strano binomio è da ricercare nelle parole del produttore musicale, che ha descritto il brano Exit come un pezzo che “evoca la produzione costante e frenetica di dati o l’ossessiva ricerca di maggiori informazioni su tutto e su tutti”. Snowden, insomma, sembrava la persona perfetta per questo progetto.

Nel brano, che potete ascoltare gratuitamente a questo indirizzo sono inserite delle dichiarazioni celebri dello stesso Snowden, come quelle rilasciate proprio al Guardian.

edward-snowden-exit-music.jpg

Via | The Guardian

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail