Gmail crea enormi disagi col pesce d'aprile su Gmail: “Ci spiace davvero, l’abbiamo disattivato”

mic-drop-gmail.jpg

Beh, sembra che quest’anno lo scherzo ce lo siamo fatti da soli. A causa di un bug, la funzione Mic Drop ha inavvertitamente causato più fastidi che risate. Siamo davvero spiacenti. La funzionalità è stata disattivata. Se la vedete ancora, ricaricate la pagina di Gmail.

É un mea culpa quello di Google, arrivato quando ci si è resi conto che quello che doveva essere un semplice scherzo si è trasformato in un vero e proprio incubo per diversi utenti che, senza rendersi conto di cosa avrebbe comportato il nuovo pulsante temporaneo, l’hanno utilizzato per rispondere ad email di lavoro e dal contenuto sensibile.

E così fioccano i casi di persone che hanno risposto al capo con l’emoticon del Minion che fa il mic drop, bloccando tutte le successive risposte, o anche i casi di persone che hanno fatto le condoglianze a qualcuno usando inavvertitamente la stessa gif animata messa in automatico da Google per chi ha cliccato sul nuovo pulsante.






Il danno, per molti utenti, è fatto e non è detto che le scuse di Google riescano a risarcire chi, a causa della fretta o della disattenzione, non si è reso conto di cosa stava facendo.

Gmail e il pesce d'aprile della nuova funzione Mic Drop

gmail-mic-drop_send.gif

In una discussione via email avete sempre sognato di avere l'ultima parola, inviando il vostro messaggio per non saperne più nulla? Gmail vi permetterebbe di farlo, se oggi non fosse il 1 aprile e quello di cui stiamo parlando non fosse uno dei famosi pesci che vengono mandati in giro su Internet in questa giornata.

I buontemponi di Google hanno infatti pubblicato un post all'interno del quale viene dettagliata la fantomatica funzione "Mic Drop", che permetterebbe appunto a chiunque d'inviare una mail per non saperne più niente sull'argomento, anche se le altre persone che la ricevono provano a rispondere.

Come mostrato nell'immagine a corredo, la funzione Mic Drop viene accompagnata da un'immagine esplicativa di re Bob da Minions che appunto lascia cadere il microfono. A scanso equivoci lo ripetiamo: non si tratta di nulla di vero, anzi prepariamoci ad altri scherzi in arrivo durante le 24 ore odierne.

Via | Google

  • shares
  • +1
  • Mail