USA, casa demolita per errore: “É colpa di Google Maps"

Le mappe disponibili online, che si tratti di Google, Apple o dei tanti altri servizi disponibili, non sono sempre precisissime e gli errori nella navigazione sono all’ordine del giorno, ma quanto accaduto in Texas ha dell’incredibile. E la colpa, secondo l’azienda coinvolta, sarebbe proprio da attribuire a un errore di Google Maps.

Lindsey Diaz, residente nella cittadina di Rowlett, in Texas, si è vista demolire la propria abitazione, già danneggiata da un tornado, quando l’azienda incaricata di demolire un’abitazione situata in una via limitrofa, ha fatto confusione.

L’abitazione della donna, pronta per essere ristrutturata, si trovava al civico 7601 di Calypso Drive, ma quando la ditta demolitrice, la texana Billy L. Nabors Demolition, ha cercato la posizione della villetta da demolire, sita invece al civico 7601 di Cousteau Drive, via limitrofa a quella dell’abitazione di Lindsey Diaz, Google Maps ha indicato proprio la villetta della donna. E così la ditta è andata avanti con la demolizione.

La donna ha raccontato alla stampa locale di esser stata avvisata dell’accaduto da una vicina di casa, ma ormai il danno era stato fatto. L’azienda attribuisce la responsabilità a Google Maps, colpevole di aver posizionato le due abitazioni nello stesso posto, ma sorprende che un’azienda che si occupa di demolizione si affidi a uno strumento come le mappe di Google per capire dove andare a operare.


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6 voti.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO