Facebook, Google e WhatsApp aumenteranno la sicurezza dei dati degli utenti

Le grandi dell'industria tecnologica si preparerebbero a incrementare la sicurezza per tenere lontani occhi indiscreti, compresi quelli del governo.

whatsapp.jpg

Mentre il braccio di ferro tra Apple ed FBI continua a proseguire, le altre aziende tecnologiche sembrano intenzionate a muoversi per aumentare la sicurezza dei propri utenti. Tra queste ci sarebbero in prima linea Facebook e Google, intenzionate nei prossimi tempi a fare passi in avanti in tal senso per mantenere lontani occhi indiscreti, compresi quelli appartenenti al governo americano.

Nel dettaglio, Facebook starebbe pianificando un aggiornamento per WhatsApp, già dotato di crittografia per i messaggi. L'app di comunicazione potrebbe arricchirsi dello stesso tipo di protezione anche per le chiamate vocali e i messaggi di gruppo, secondo quanto ha riportato il Guardian citando fonti informate sulla questione. Lo stesso tipo di trattamento potrebbe essere riservato presto da Facebook anche per la sua piattaforma di messaggistica, Messenger.

Per quanto riguarda Google, il gigante di Mountain View si starebbe invece concentrando sulla protezione dei messaggi email, in particolare per quanto riguarda l'uso di alcuni algoritmi di crittografia usati nel progetto End-To-End legato a Chrome. Ma la lista di società impegnate a lavorare per migliorare la privacy dei loro utenti non si ferma qui: anche Snapchat, per esempio, starebbe studiando la possibilità di mettere in piedi un sistema di messaggistica più sicuro.

Secondo quanto raccontato da Cnet, nessuno dei quattro soggetti citati avrebbe per il momento commentato, negando una risposta o semplicemente affermando di non avere nulla da condividere. Di certo, una serie di provvedimenti di questo tipo la direbbe lunga sulla presa di posizione da parte delle grandi dell'industria tecnologica sull'argomento sicurezza e attività di sorveglianza governativa.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO