Facebook e Twitter bloccati in Turchia dopo l'esplosione dell'autobomba di Ankara

Dopo l'esplosione dell'autobomba ad Ankara e la condivisione delle foto sui social network, Facebook e Twitter sono stati di nuovo bloccati in Turchia.

twitter bloccato

Facebook e Twitter - Dopo l'esplosione dell'autobomba ad Ankara avvenuta domenica, ecco che Facebook e Twitter sono stati di nuovo bloccati da parte della corte in Turchia a causa della condivisione delle immagini dell'attentato. Non solo i due social network sono stati bloccati, ma anche diversi altri siti, così come riportato dalle emittenti televisive CNN Turk e NTV. Diversi utenti locali hanno riferito difficoltà ad accedere alle piattaforme e ai siti. Se ricordate l'anno scorso la Turchia aveva bloccato Twitter a seguito della condivisione di foto di un pubblico ministero tenuto sotto tiro da parte di militanti dell'estrema sinistra.

Turchia: Facebook e Twitter bloccati per la condivisione di foto dell'attentato di Ankara


Domenica ad Ankara è esplosa un'autobomba uccidendo almeno 37 persone e ferendone altre 125. Le riprese video effettuate hanno mostrato detriti e fiamme provenienti da quello che sembrava essere l'ingresso di un sottopassaggio. L'esplosione è stata così forte che si è sentita a distanza di 2,5 chilometri con una gran nuvola di fumo. Secondo un alto funzionario della sicurezza l'esplosione sembra essere stata provocata da un'autobomba suicida. Spari sono stati sentiti subito dopo l'esplosione.

L'esplosione è avvenuta in un'area piuttosto affollata. L'emittente di stato TRT ha dichiarato che un veicolo è esploso in un importante nodo dei trasporti, colpendo un autobus che trasportava circa 20 persone nei pressi di Guven Park e Kizilay Square.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha così commentato: "Il nostro popolo non deve preoccuparsi la lotta contro il terrorismo finirà con successo e il terrorismo verrà messo in ginocchio". Questo attacco però ha colpito da vicino la zona del quartier generale militare della Turchia, del Parlamento e di altre istituzioni governative chiave. Vedremo adesso quando la Turchia deciderà di sbloccare di nuovo Facebook e Twitter.

Via | UK BusinessInsider

Foto | lionsthlm

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 58 voti.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO