Uber sbarca in Pakistan e lancia uberMOTO a Bangkok e Bangalore

L’espansione di Uber, non senza difficoltà, continua incessante da una parte all’altra del Mondo e in queste ultime ore il servizio, o una versione simile del servizio, è approdata in Pakistan e a Bangalore, in India.

L’azienda, presente anche in moltissime città italiane, ha deciso di investire 250 milioni di dollari per conquistare l'Oriente e il Nord Africa e il primo passo di questa espansione è stata l’approdo del famoso servizio a Pakistan, a partire dalla città di Lahore, che al momento conta circa 10 milioni di abitanti.

Siamo stati accolti a braccia aperte dal governo di Punjab e dai regolatori di Lahore, che vedono l’esigenza di Uber.

Parola di Shaden Abdellatif, portavoce di Uber, che con l’occasione ha annunciato una piccola novità per il servizio, limitatamente alla sua operatività in Pakistan: gli utenti avranno la possibilità di pagare anche in contanti, oltre alla più classica carta di credito, meno diffusa tra i residenti del Paese.

Il servizio, in Pakistan, avrà una tariffa base di 100 rupie (0,87 euro): gli utenti pagheranno 13,7 rupie (circa 12 centesimi di euro) a chilometro e 3,7 rupie (0,02 euro) al minuto, in linea col costo della vita.

In queste stesse ore Uber ha lanciato un nuovo servizio a Bangalore, nel sud dell’India. uberMOTO, in arrivo anche a Bangkok, in Thailandia, permetterà ai clienti di chiamare una moto che passerà a prenderli e li porterà a destinazione, esattamente come accade con le automobili col classico Uber. Anche in questo caso, come in Pakistan, i clienti potranno pagare anche in contanti.

ubermoto-05.jpg

Via | WSJ


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO