USA, 12enne rischia il processo per aver usato l’emoji di una bomba e di una pistola

emoji-bomba-pistola.jpg

L’allerta attentati è altissima ovunque e negli Stati Uniti, già teatro di innumerevoli sparatoria e stragi nelle scuole e in luoghi pubblici ogni minaccia deve essere presa in seria considerazione, qualunque sia la fonte. E così una 12enne di Fairfax, in Virginia, rischia di finire a processo per un messaggio postato su Instagram lo scorso dicembre.

La giovanissima, accusata di aver minacciato la sicurezza della sua scuola, la Sidney Lanier Middle School di Fairfax, aveva usato l’account di un altro studente per postare un messaggio che, lo riferisce il Washington Post, conteneva le parole “uccisione” e “vediamoci in libreria” con tanto di emoji di una bomba e di una pistola.

Tanto è bastato per far scattare l’allarme, giudicato poco credibile dopo le prime verifiche. Ma la vicenda non si è conclusa lì e la giovanissima, che ha ammesso le proprie responsabilità, è stata accusata di minacce alla scuola e molestie via computer per aver usato il nome di un suo compagno di scuola.

La 12enne dovrà comparire nei prossimi giorni davanti a un tribunale dei minorenni, chiamato a pronunciarsi sulla questione.

Via | Seattle Times

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 35 voti.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO