Facebook come WhatsApp: addio a BlackBerry

Facebook si unisce a WhatsApp e dice addio al supporto dell'applicazione su sistema operativo BlackBerry.

facebook-blackberry.jpg

Aggiornamento del 21 marzo 2016 - A cura di Rosario.

Facebook seguirà WhatsApp e dirà addio a BlackBerry. Il social network si unisce così all'app di messaggistica da esso posseduta, già avviatasi sulla stessa strada a fine febbraio. A suo tempo, pur riconoscendo l'importanza di BlackBerry e altre piattaforme come Nokia per il successo dell'applicazione, WhatsApp sosteneva di non vedere in esse le possibilità di offrire il tipo di esperienza utente programmata per il futuro.

Chi vorrà continuare a usare Facebook su BlackBerry potrà naturalmente farlo tramite interfaccia web, come ricordato dallo stesso social network. I vertici di RIM, però, non l'hanno presa bene, esprimendo il loro malcontento in un post:

"Siamo estremamente dispiaciuti dalla loro decisione in quanto molti utenti amano queste app. Abbiamo combattuto per lavorare con WhatsApp e Facebook e far cambiare loro idea, ma a questo momento la loro decisione non è cambiata."

said that, “We are extremely disappointed in their decision as we know so many users love these apps. We fought back to work with WhatsApp and Facebook to change their minds, but at this time, their decision stands.”

A partire dal prossimo 31 marzo, BlackBerry pubblicherà una nuova app nativa, che traghetterà gli utenti verso la versione web di Facebook.

Via | Forbes.com

WhatsApp, addio a BlackBerry, Nokia e ad altri vecchi sistemi entro fine 2016

whatsapp-blackberry.jpg

Post originale del 27 febbraio 2016 - A cura di Rosario.

WhatsApp interromperà il supporto ad alcuni vecchi sistemi operativi a partire dalla fine del 2016, secondo quanto annunciato dagli sviluppatori in queste ore. Nel dettaglio, l'app di comunicazione non sarà più supportata su sistemi BlackBerry (incluso BlackBerry 10), Nokia S40 e Nokia Symbian S60; previsti tagli anche per vecchie versioni di sistemi operativi più usati, come Android 2.1 e 2.2 insieme a Windows Phone 7.1. Nessuna modifica, naturalmente, per le edizioni più recenti di Android, iOS e Windows Phone.

Nell'annuncio effettuato da WhatsApp, i dati e le motivazioni che hanno portato a questa decisione:

"Quando siamo partiti con WhatsApp nel 2009, l'uso dei dispositivi mobili da parte delle persone era molto diverso da oggi. App Store di Apple aveva solo pochi mesi di vita. Circa il 70% dei telefoni venduti all'epoca erano offerti da BlackBerry e Nokia. I sistemi operativi mobile offerti da Google, Apple e Microsoft – oggi al 99,5% delle vendite - erano a meno del 25% dei dispositivi mobili venduti all'epoca. Guardando avanti ai nostri prossimi sette anni, vogliamo concentrare i nostri sforzi sulle piattaforme usate dalla maggioranza delle persone."

È ovvio che in mercati come il nostro una notizia del genere è di relativa importanza, anzi era da auspicare una mossa del genere per avere la possibilità di ottenere sempre più funzionalità in WhatsApp, arricchitasi nel corso del tempo di chiamate vocali e altri strumenti inizialmente non disponibili. Se siete in possesso di un dispositivo dotato di uno dei sistemi operativi sopra citati, per continuare a usare WhatsApp dovrete dunque passare a qualcosa di più moderno.

Via | Venturebeat.com


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 120 voti.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO