ISIS prende di mira Facebook e Twitter per gli account sospesi

isis-facebook-twitter.jpg

L'ISIS contro Facebook e Twitter. Lo Stato Islamico ha messo online un video di 25 minuti, all'interno del quale vengono mostrate le facce dei CEO dei due social network, Mark Zuckerberg e Jack Dorsey, coperte da fori di proiettili. È la risposta dei terroristi alla crescente attività di contrasto operata da Facebook e Twitter, impegnati nel bloccare le attività di propaganda online in uno sforzo congiunto tra le varie società tecnologiche.

Nel video, i terroristi affermano di essere in possesso di oltre 10.000 account e 150 gruppi Facebook. mentre su Twitter i profili legati all'ISIS sarebbero 5.000. Dai due social network, però, non arrivano particolari segnali di volontà di cambiare la politica restrittiva in atto: un portavoce di Twitter ha fatto sapere al Guardian che minacce di questo tipo sono ormai all'ordine del giorno, compreso l'uso di Jack Dorsey in contesti del genere.

Nel frattempo, per bocca la polizia di San Francisco ha affermato di non essere al corrente di alcuna minaccia credibile nei confronti dei quartier generale dei due social network, ma naturalmente questo non vuol dire che non ci siano attività programmate in questo senso da parte dei terroristi. Nel corso del filmato, appare il seguente proclamo:

"Se chiudete un account ne apriremo dieci e presto i vostri nomi saranno cancellati."

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 43 voti.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO