La Francia ordina a Facebook di fermare il tracciamento ai non iscritti

La Francia si unisce al Belgio e minaccia sanzioni nei confronti di Facebook, dopo aver inviato richieste precise al social network.

Facebook

Dopo il Belgio, anche la Francia ha ordinato a Facebook di non tracciare più le persone non iscritte al social network. L'authority locale per la protezione dei dati, il CNIL, ha inviato una richiesta formale alla società americana, minacciando sanzioni nel caso in cui quest'ultima dovesse rifiutarsi di aderire a quanto contenuto nella lettera.

Per mettersi in regola con le leggi europee sulla protezione dei dati, il CNIL ha concesso tre mesi a Facebook, che potrà mettersi al riparo dai provvedimenti entro tale termine: al centro della discordia, l'uso del Safe Harbor per il trasferimento dei dati raccolti in Europa verso l'America, già definito illegale dalle autorità europee qualche mese fa. Secondo TechCrunch, il social network avrebbe risposto di non usare il Safe Harbor, rimandando a commenti fatti in precedenza a fine 2015:

"Facebook, come migliaia di società europee, fa uso di un certo numero di metodi previsti dalle leggi europee per trasferire dati dall'Europa agli USA, a parte il Safe Harbor."

Nel mentre, il CNIL ha rincarato la dose, sostenendo di aver deciso di rendere pubblica la richiesta a Facebook a causa della "serietà delle violazioni e del numero di persone coinvolte dal servizio di Facebook". Come ricordavamo a inizio post, la richiesta del CNIL arriva mesi dopo quella simile effettuata in Belgio, dove Facebook alla fine si è piegato alle richieste dell'authority locale, richiedendo il login alla piattaforma per mostrare pagine del sito.

Insieme a Belgio e Francia, mezza Europa ha attualmente gli occhi puntati nei confronti di Facebook: il Privacy Shield, nuovo accordo per il trasferimento di dati al di là dell'Atlantico, non dovrebbe arrivare prima di due mesi, motivo per il quale allo stato attuale società come quelle di Mark Zuckerberg sembrano particolarmente vulnerabili.

  • shares
  • +1
  • Mail