#RIPTwitter, Jack Dorsey risponde alle critiche sulla nuova timeline di Twitter

06-jack-dorsey.jpg

Aggiornamento del 7 febbraio 2016 - A cura di Rosario.

L'idea di avere una nuova timeline su Twitter simile a quella di Facebook non ha incontrato il favore degli iscritti al social network, che nel corso delle ultime ore hanno dato vita all'eloquente hashtag #RIPTwitter. Allarmato dalle reazioni dei propri utenti, il CEO Jack Dorsey ha deciso di uscire allo scoperto, rispondendo alle critiche mosse dentro e fuori Twitter.

Lo ha fatto naturalmente "cinguettando" sulla sua piattaforma, chiarendo innanzitutto quali sono le reali intenzioni di Twitter in merito alla timeline:

"Ciao Twitter! A proposito di #RIPTwitter: voglio che sappiate che vi ascoltiamo sempre. Non abbiamo mai pianificato di riordinare le timeline nel corso della prossima settimana."

Secondo quanto descritto online, la nuova timeline di Twitter avrebbe dovuto assomigliare a quella di Facebook, abbandonando il tempo reale a favore di un algoritmo che decida cosa mostrare a chi visualizza la home. Ecco la risposta di Dorsey nella sequenza di tweet:

"Twitter è live. Twitter è tempo reale. Twitter è chi e cosa segui. Twitter è qui per restare! Diventando più Twitter-oso. Io *amo* il tempo reale. Amiamo lo stream live. È ciò che ci identifica. E continueremo a rifinirlo per rendere Twitter più, non meno, in tempo reale! Twitter può aiutare a collegarsi in tempo reale basandosi su interessi e argomenti in modo dinamico, piuttosto che in un grafo statico di amici. Lo sappiamo. Grazie a tutti voi per la vostra passione e fiducia. Continueremo a lavorare per guadagnarcele, continuando ad ascoltare e a parlare!"

Da quando è tornato a essere CEO di Twitter, per Jack Dorsey il compito si è rivelato piuttosto complicato: di recente un gruppo di alti profili ha lasciato l'azienda, mentre in borsa il valore delle azioni continua a calare.

Via | Mashable

#RIPTwitter TT su Twitter: è davvero la fine?

RipTwitter

Post originale del 6 febbraio 2016 - A cura di Lucia Resta.

#RIPTwitter è in cima ai trending topic di oggi, sabato 6 febbraio 2016. Come quando muore un vip e sia Facebook sia Twitter si riempiono di status in cui si augura allo sfortunato di riposare in pace, solo che questa volta non si tratta di una persona, ma del famoso social network e non si tratta nemmeno di un fatto già avvenuto, ma solamente temuto.

Due giorni fa tra i trending topic c’era #SaveTwitter, oggi, invece, sembra che gli utenti si scatenino polemicamente contro il loro stesso social preferito, colpevole di voler cambiare faccia e algoritmo per somigliare sempre più a Facebook. In poche ore l’hashtag #RIPTwitter ha raccolto circa mezzo milione di tweet.

Sono moltissimi gli utenti si lamentano del fatto che Twitter, per salvarsi, stia virando proprio nella direzione di Facebook, cercando di emulare il social creato da Mark Zuckerberg dodici anni fa. L’idea di aumentare il numero di caratteri disponibili, per esempio, non sembra attrarre molto gli utenti abituali così come quella cambiare la timeline, ma, appunto, sono già “utenti abituali”, mentre Twitter oggi come oggi ha bisogno di allargare la sua platea e di arricchirla, magari richiamando gente che è frequenta il solo Facebook o Instagram.


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO