Facebook e Instagram vietano la vendita di armi sulle rispettive piattaforme

Facebook e Instagram hanno vietato la vendita di armi sulle rispettive piattaforme, ecco come e perché.

armi

Facebook e Instagram - Facebook e Instagram hanno messo al bando la vendita delle armi su entrambe le piattaforme. La nuova politica relativa all'argomento creerà norme più severe rispetto a quelle già esistenti non solo per quanto riguarda la vendita di armi da parte di privati, ma anche la pubblicità. Qualcuno ha interpretato questa mossa come una presa di posizione di Facebook a sostegno del controllo delle armi e arriva poco dopo che il presidente Barack Obama e altri sostenitori hanno fatto pressioni affinché fosse fermata la vendita illegale di armi sul sito.

Facebook e Instagram: basta vendita di armi sui social network


Tale divieto si applica in maniera particolare alle vendite private fra utente e utente, mentre i rivenditori autorizzati con regolare licenza rimarranno esenti da tali divieti in base alle nuove normative vigenti. L'obiettivo è quello di porre un freno alle vendite che vengono condotte senza controllo e senza le necessarie precauzioni per tutelare la sicurezza pubblica.

Anche se Facebook non permette agli utenti di completare queste transazioni fra privati direttamente sulla piattaforma, è anche vero che esistono molti gruppi e community in cui le persone postano tranquillamente informazioni sulle armi da fuoco che vogliono vendere. Da quando poi Facebook ha aggiornato le sue politiche commerciali, questi gruppi hanno guadagnato di popolarità.

E' dal 2014 che Facebook sta cercando di frenare le vendite di armi da fuoco sulla piattaforma. All'inizio Facebook aveva chiesto alle Pagine che promuovono le armi da fuoco regolamentate di includere un avviso legale che ricorda agli utenti di conformarsi alle leggi vigenti. A queste Pagine autorizzate, accessibili solamente agli utenti di più di 18 anni, è anche stato vietato di indicare modi per eludere la legge.

Monica Bickert di Facebook ha così spiegato: "Nel corso degli ultimi due anni sempre più persone hanno utilizzato Facebook per scoprire prodotti e per acquistare e vendere le cose fra di loro. Stiamo continuando a sviluppare, testare e lanciare nuovi sistemi per rendere questa esperienza sempre migliore per gli utenti e stiamo aggiornando le nostre politiche sui beni sottoposti a controllo per riflettere questa evoluzione".

Via | Mashable

Foto | diversey


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO