Facebook, un'ondata di "mi piace" per combattere l'ISIS

sheryl-sandberg-000jpg

Come combattere gli estremisti dell'ISIS e di altre ideologie che popolano Facebook? Con un investimento da oltre un milione di dollari, certo, ma anche con la "bomba d'amore" che Sheryl Sandberg ha descritto in queste ore.

Nel corso del World Economic Forum di Davos, la COO di Facebook ha parlato del caso di una campagna anti-fascista in Germania, dove i famosi "mi piace" del social network sono stati usati contro una pagina creata per diffondere odio. Un controsenso solo all'apparenza, visto che i like messi dalle persone intenzionate a contrastare la pagina neonazista hanno permesso loro di riempirla di messaggi positivi, costringendola così a cambiare rotta nonostante le volontà dei suoi amministratori.

"Quella che era una pagina piena di odio e intolleranza è diventata piena di tolleranza e messaggi di speranza."

Un vero e proprio contrattacco, che secondo la Sandberg potrebbe essere usata quindi anche per combattere ISIS, adottando lo stesso tipo di strategia per inondare le pagine di propaganda terroristica con like e messaggi positivi.

Via | Thenextweb.com

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO