WhatsApp a pagamento, addio al dollaro annuale

WhatsApp dice addio al pagamento di 1$ all'anno: Jan Koum annuncia novità imminenti per la piattaforma.

whatsapp-04.jpg

WhatsApp a pagamento. Una questione di cui si è sempre parlato anche troppo, visto che fino a questo momento l'app di messaggistica chiedeva ai suoi utenti un dollaro all'anno. Ne parliamo comunque al passato, perché WhatsApp dirà addio a questa formula, secondo quanto annunciato dal suo fondatore Jan Koum alla DLD Conference (Digital-Life-Design) in quel di Monaco.

Dopo aver raggiunto a settembre la quota di 900 milioni di utenti mensili attivi, per WhatsApp è giunto il momento di monetizzare in modo diverso: a detta di Koum, il modello in vigore fino a oggi non avrebbe mai funzionato per alcune persone, per esempio per chi non ha una carta di credito. Un "difetto" per molti anacronistico, ma bisogna anche considerare l'enorme fetta di utenza che usa WhatsApp e poco altro sul proprio smartphone, anche tra gli anziani.

Secondo il fondatore di WhatsApp, la società proverà ad avvicinare le aziende alle persone: nonostante il piano finale sia ancora in fase di definizione, l'intenzione sarebbe quella di guadagnare facendo in modo che WhatsApp venga usato per effettuare supporto ai clienti, arrivando probabilmente a supportare anche i pagamenti attraverso quella che sarà a tutti gli effetti una piattaforma.

Un termine non casuale, visto che anche Facebook (proprietaria di WhatsApp) ha reso in tempi recenti il suo Messenger anch'esso una piattaforma, slegandolo dall'obbligatorietà di essere in possesso di un account sul social network per farne uso.

Via | Venturebeat.com

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 52 voti.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO