Spotify colleziona parecchi dati degli utenti grazie alla selfie culture

Pare che Spotify sia in grado di collezionare parecchi dati degli utenti grazie alla selfie culture.

spotify

Spotify - Spotify ha qualcosa come 75 milioni di utenti in 58 paesi. Inoltre in media ogni utente Spotify ascolta circa 148 minuti di musica al giorno. Quindi è facile intuire come Spotify possa raccogliere un sacco di dati inerenti i propri utenti, quale musica ascoltano, quando la ascoltano e così via: si parla di selfie culture. Rich Frankel di Spotify durante il recente International Consumer Electronics Showcase (CES) di Las Vegas ha spiegato come fa Spotify a conoscere tutti questi dati e come potrebbe utilizzarli: "Ci stiamo appoggiando tanto alla selfie culture. Questa è l'immagine di noi stessi che forniamo attraverso una lente creata attraverso i nostri dati".

Spotify, i dati degli utenti e la selfie culture


Frankel ha poi continuato parlando di alcuni progetti recenti di Spotify come Year in Review, opzione che ha fornito agli utenti parecchie informazioni in merito alla musica ascoltata nel corso del 2015. I dati raccolti, inoltre, possono essere utilizzati per le campagne pubblicitarie. Per esempio a New York Spotify ha mostrato agli utenti l'artista più popolare relativo al quartiere di residenza: ecco che nell'East Village sono statemostrate pubblicità con The Weeknd, mentre a Brooklyn è toccato Justin Bieber.

Senza parlare poi del fatto che Spotify cerca di aiutare sempre di più gli utenti a cercare la musica di loro gradimento, migliorando e personalizzando sempre di più anche le playlist grazie anche ai consigli di persone in carne e ossa e dj.

Spotify ha poi lanciato anche la funzione Now che ci mostra le playlist adatte ad ogni parte della giornata, dalla sveglia del mattino al tragitto per andare al lavoro fino all'ora di andare a dormire. In questo caso Spotify sfrutta i dati delle nostre playliste, delle musiche che ascoltiamo di solito e anche consigli di esperti dell'azienda. Quindi proprio grazie ai dati degli utenti Spotify riesce a personalizzare e migliorare sempre di più l'esperienza sulla piattaforma. Quindi la selfie culture ha una sua utilità in questo caso.

Via | UK BusinessInsider

Foto | janitors


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO