Non basta disconnettersi da Facebook per tutelare la propria privacy

Facebook, Inc.L'aggiornamento di Facebook, insieme al nuovo profilo, ha portato con sé una serie di problemi legati alla tutela della privacy. Timeline è un'esperienza piuttosto invasiva e l'ennesima dimostrazione è offerta dai cookie: Open Graph 2.0 mantiene aperta la sessione corrente persino quando ci si è disconnessi dall'account su Facebook.

In pratica, non è sufficiente uscire da Facebook perché le applicazioni di terze parti continuino a intercettare e condividere informazioni sulla navigazione. Se un sito prevede il pulsante per il “like” (o qualunque altra funzione) di Facebook, i dati dell'utente sono ancora disponibili attraverso le intestazioni inviate via HTTP.

Perciò si potrebbero condividere automaticamente dei contenuti mentre si è disconnessi da Facebook e le applicazioni potrebbero offrire della pubblicità mirata ai propri interessi. L'unica soluzione è quella di cancellare qualsiasi cookie salvato dal browser, uscendo da tutte le sessioni avviate: non soltanto da quella di Facebook.

Via | ZDNet

Vota l'articolo:
3.89 su 5.00 basato su 99 voti.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO