Facebook ha dovuto modificare il News Feed perché gli utenti lo usavano come email, ecco come

Facebook è stato costretto a modificare il suo News Feed perché alcuni utenti lo usavano come email. Ecco come.

facebook

Facebook - Sembra che Facebook sia stato costretto a modificare il proprio News Feed in quanto alcune persone lo utilizzavano come email. E' vero che molte persone utilizzano il News Feed come si deve, quindi guardando, interagendo e postando un mucchio di foto di bambini e gattini, scrivendo aggiornamenti di stato, condividendo notizie e guardando i video in autoplay. Tuttavia c'è un piccolo sottoinsieme di utenti di Facebook che trattavano il News Feed di Facebook alla stregua di una casella di posta elettronica, un vero e proprio problema per quanto riguarda il modo in cui il social network decide di mostrarci i post nel News Feed.

Facebook: il News Feed non è una casella di posta elettronica


Gli ingegneri di Facebook hanno spiegato a Slate che la maggior parte delle cose che Facebook ci mostra nel nostro NEws Feed si basano sulle azioni che effettuiamo quando usiamo la piattaforma. Tali azioni possono andare dal tempo che ci mettiamo a leggere un post al fatto che mettiamo un Mi piace prima o dopo averlo letto. Se per caso troviamo un post fastidioso o che non ci piace, ecco che, come sappiamo, possiamo cliccare sulla freccina in alto a destra e selezionare Nascondi post.

Questa funzione è stata introdotta da Facebook affinché l'utente possa vedere meno post similari che magari gli danno fastidio. Tuttavia analizzando i dati Facebook ha scoperto una cosa strana: molti utenti interpretano quel pulsante Nascondi post come se fosse un tasto di cancellazione o di archiviazione. Costoro confondono l'algoritmo di Facebook che ha interpretato la cosa come se l'utente odiasse tutto ciò che legge.

William Oremu di Slate ha poi aggiunto: "Facebook era consapevole che una piccola percentuale di utenti, il 5%, stava nascondendo l'85% dei post. Quando Facebook ha scavato più a fondo è emerso che un piccolo sottoinsieme di quel 5% nascondevano praticamente quasi ogni post che vedevano, anche quelli che avevano letto e commentato. Per questi Superhiders si è scoperto che per loro nascondere una storia non significava che non gli piacesse, ma era semplicemente il loro modo di marcare un post come letto, esattamente come si fa con l'archiviazione di un'email in Gmail".

Normalmente Facebook non fa modifiche personalizzate per gli utenti, ma i Superhiders rappresentano un'eccezione. Ecco che allora a luglio l'ingegnere di Facebook Sami Tas ha modificato un po' l'algoritmo del News Feed: in pochi si sono accorti della modifica, ma Tas ha fatto in modo che per questi Superhiders il tasto Nascondi post non volesse più dire che non volevano vedere quel post.

Via | UK BusinessInsider

Foto | findyoursearch

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO