WhatsApp di nuovo disponibile in Brasile: l'annuncio di Mark Zuckerberg

Un tribunale brasiliano blocca WhatsApp: il fondatore di Facebook si rivolge alla comunità per ottenere aiuto.

mark zuckerberg

Aggiornamento 17 dicembre 2015 - A cura di Rosario.

"WhatsApp è di nuovo online in Brasile! Le vostre voci sono state ascoltate e il blocco rimosso. Grazie alla nostra comunità per avere aiutato a risolvere questa cosa!"

Con queste parole Mark Zuckerberg ha annunciato via Facebook la riapertura di WhatsApp in Brasile, dopo che il servizio di messaggistica era stato messo offline dal tribunale di San Paolo.

Nel frattempo, Band News TV ha fornito ulteriori dettagli su ciò che avrebbe scatenato la clamorosa decisione: come avevamo riportato, c'era di mezzo un processo in cui informazioni provenienti da WhatsApp avrebbero potuto dare dettagli importanti. Il caso era quello di un trafficante di droga, legato a una delle gang criminali più pericolosi della città brasiliana.

Per "liberare" WhatsApp in Brasile, Mark Zuckerberg aveva lanciato anche gli hashtag ‪#‎ConnectBrazil‬ ‪e #‎ConectaBrasil‬.

WhatsApp bloccato in Brasile: Mark Zuckerberg reagisce su Facebook

Mark Zuckerberg Facebook at Work

Post originale del 17 dicembre 2015 - A cura di Rosario.

WhatsApp bloccato in Brasile. La nazione sudamericana si è ritrovata a secco della famosa app usata per comunicare coi propri contatti telefonici, dopo la decisione di un tribunale locale di bloccarne il funzionamento. La chiusura, effettuata alla mezzanotte locale, sembrerebbe essere dovuta ad alcuni problemi che hanno visto WhatsApp coinvolta in un processo contro un criminale, secondo quanto dichiarato dalla corte di Sao Paulo a Reuters.

Almeno per il momento, il blocco sembrerebbe tuttavia temporaneo e limitato a sole 48 ore, ma la cosa non ha impedito a Mark Zuckerberg di fare ricorso al suo profilo Facebook per commentare la notizia:

"Oggi, un giudice brasiliano ha bloccato WhatsApp per più di 100 milioni che ne fanno uso nella sua nazione. Stiamo lavorando duro per annullare il blocco. Fino a quel momento, Facebook Messenger è ancora attivo e può essere usato come alternativa per comunicare. È un giorno triste per il Brasile. Fino a oggi, il Brasile era stato un alleato nella creazione di un'Internet aperta. I Brasiliani sono sempre stati tra i più attivi nel condividere la loro voce online. Sono colpito dal fatto che i nostri sforzi per proteggere i dati delle persone risultino in decisioni così estreme di un singolo giudice, che ha punito chiunque in Brasile usi WhatsApp."

Si ripropone insomma l'annosa questione legata alla disponibilità delle comunicazioni tramite app per le autorità, dibattito che va ormai avanti da diversi mesi. Nel frattempo, chi ci ha guadagnato sembra essere Telegram: nel tweet che vedete di seguito, l'applicazione presentata spesso come alternativa a WhatsApp ha dichiarato di avere accolto un milione di utenti in un solo giorno.


  • shares
  • +1
  • Mail