Bufale su Facebook: Renzi darà 900 euro a chi ha un animale domestico?

Nuova bufala su Facebook: Renzi non darà 900 euro a chi ha un animale domestico.

Antibufala Blogo

Bufale su Facebook - Torna riadattata per l'occasione una vecchia bufala su Facebook. In pratica la bufala attuale sostiene che Matteo Renzi darà 900 euro a chi ha un animale domestico, sulla falsariga dei 500 euro dati ai giovani per la cultura. Peccato che si tratti di una vecchissima bufala che in questo caso è stata modificata per adattarsi alla situazione odierna. Anzi, tecnicamente nasce come una notizia satirica de Il Giomale, noto sito satirico e goliardico che crea ad arte queste notizie false per divertire i lettori. Peccato che c'è sempre qualcuno che ci casca e che non riesce a distinguere fra notizie satiriche create ad arte e verità.

Bufale su Facebook: chi ha un animale domestico non avrà 900 euro


cane

Che la notizia fosse una bufala lo si poteva evincere notando la fonte: è stata pubblicata dal sito satirico Il Giomale, quindi di default è un fake. Ma andiamo oltre: nell'articolo si legge che il tutto sarebbe già diventato legge così come riportato dal Ministro della Sanità Zoonofila... vi risulta che esista un Ministro della Sanità Zoonofila? Assolutamente no, quindi anche qui era chiaro che fosse una bufala.

Andando poi a cercare in rete si ritrovano vecchie notizie analoghe, tutte bufale che vengono ripetute di anno in anno con qualche piccola modifica per rimodernarle un pochino. In generale queste bufale iniziano con l'ipotetico Ministro della Sanità Zoonofila che annuncia al mondo l'avvento del sussidio in modo che anche i cani possano essere equiparati ai bambini per quanto riguarda il mantenimento, in modo da incentivare le adozioni e combattere l'abbandono.

La bufala parla della richiesta del contributo da parte di famiglie con almeno un figlio a carico e un cane di razza riconosciuto dalla FID (Federetion International Dog) o di un altro animale di compagnia riconosciuto dalla FAI (Federation International Animal). Ovviamente queste associazioni non esistono. La bufala continua parlando del contributo di 894.24 euro destinato alle famiglie con reddito non superiore ai 17.235,22 euro e con intestatario dell'animale che sia residente in Italia da minimo 24 mesi. Cani e animali dovranno essere in regola col microchip e bisognerà presentare come documenti: modulo fornito dal Comune; dichiarazione dei redditi; copia del libretto sanitario; foto dell'animale dove si veda che è felice e in situazione domestiche; un campione di feci e urine dell'animale per fare analisi per garantire che potrà sopravvivere per almeno un anno da quando viene dato l'assegno...

Cioè, ma c'è qualcuno che davvero ci crede a queste cose? Se sì, spiegatemi come fate a pensare che tramite un esame feci e un esame urine si possa prevedere la sopravvivenza di un essere vivente! Ovvio che si tratta di bufala.

Via | Pagina Facebook di Bufale.net

Foto | robin1966

  • shares
  • +1
  • Mail