Facebook: account della donna di nome Isis bloccato per errore

facebook isis anchalee

Aggiornamento del 19 novembre 2015 - A cura di Rosario.

Non potevamo aspettarci nulla di diverso a giustificazione del blocco dell'account Facebook di una donna di nome Isis, di cui vi abbiamo parlato ieri: il social network ha infatti affermato di averlo disabilitato per errore per circa un giorno.

Tuttavia, la motivazione non sembrerebbe essere legata alla coincidenza del nome di Isis Anchalee con ISIS, il gruppo responsabile dei recenti attacchi a Parigi. A sostenerlo è un portavoce di Facebook, le cui parole sono riportate da Reuters:

"È stato un errore commesso nel processo di report per account falsi, siamo spiacenti per i problemi causati. Non è collegato al nome della persona e l'account è stato già ripristinato."

Come già riportato, sono diverse le persone preoccupate per l'uso dell'acronimo ISIS nel riconoscere lo Stato Islamico, vista appunto la presenza del nome Isis, appartenente alla dea della maternità, della fertilità e della magia nella mitologia egizia.

Facebook blocca l'account di una donna perché il suo nome è Isis

Facebook, Mark Zuckerberg

Post originale del 18 novembre 2015 - A cura di Manuela Chimera.

Facebook - Facebook ha deciso di bloccare l'account di una donna solo perché il suo nome è Isis. E' quanto accaduto a Isis Anchalee, l'ingegnere donna che aveva dato origine a inizio anno alla campagna #ILookLikeAnEngineer. Ecco che all'improvviso Isis si è trovata l'account Facebook bloccato e in un tweet spiega cosa sia successo: "Facebook pensa che io sia una terrorista. A quanto pare inviargli lo screenshot del mio passaporto non è sufficiente per fargli riaprire il mio account". Non appena Isis ha postato questo tweet, ecco che sul suo account sono arrivati tantissimi tweet, alcuni offrivano aiuto per cercare di far riaprire il suo account, altri semplicemente disgustati dall'intera faccenda.

Questa non è certo la prima volta che qualcuno ha dei problemi con Facebook a causa del proprio nome. A inizio anno una coppia dell'Arizona è stata bandita per un tot di tempo da Facebook in quanto di cognome facevano Avatar. In precedenza Facebook aveva rassicurato tutti: se vi blocchiamo l'account, mandateci una foto della vostra carta d'identità o passaporto e vi sbloccheremo subito. Isis Anchalee l'ha fatto, ma il suo account ci ha messo un po' per essere riaperto. Perché sì, dopo diverse ore Anchalee ha fatto sapere che il suo account finalmente era di nuovo attivo. Ancora una curiosità: pare che più di 50.000 persone abbiano firmato una petizione per chiedere ai media di smettere di usare il nome Isis in riferimento ai terroristi, in quanto si tratta di un nome proprio di donna piuttosto diffuso e può essere per loro dannoso sentire costantemente il loro nome usato per descrivere un'organizzazione terroristica.

Ecco alcuni dei tweet di Isis Anchalee dove descrivere il blocco del suo account Facebook:





Via | UK BusinessInsider

Foto | Screenshot dall'account Facebook di Isis Anchalee

  • shares
  • +1
  • Mail