I saluti nelle email, l'ultima impressione è quella che conta?

email chiuse finali

Ieri siamo ricapitati su un vecchio post del 2007 di Bobulate dove Liz Danzico provava a tracciare una mappa delle "chiuse" nelle email. Voi come chiudete le email? Liz aveva tirato fuori il grafico che vedete qui sopra, che è ovviamente applicato al mondo anglosassone. Ma dalle nostre parti come potrebbe funzionare? Per farlo ho dato un'occhiata veloce al mio inbox, che mischia ragazza, amici, parenti, colleghi, pr, di tutto, rinvenendo le seguenti chiuse, che ho ordinato dalla più "fredda" o banalmente più professionale, alla più "calda" e affettuosa.


    L'occasione è gradita per porgere cordiali saluti
    In attesa un cortese feedback, buona giornata!
    Grazie comunque dell’attenzione. Cordiali saluti
    Grazie e buona giornata!
    Rimango a disposizione, Saluti
    A più tardi.
    Grazie, a presto
    cordialmente
    Non è un consiglio, ma un ordine
    Era il minimo! Abbracci!
    abbracci!
    Ricevuto, ciao!
    Un abbraccio
    Bacio

Insomma, neanche male, non mi sembrano terribili. C'è chi ovviamente deve tenere un tono adeguato al proprio ruolo - pr, colleghi con cui non ci si conosce bene - chi ovviamente scherza di più, chi bacia, chi abbraccia. Un po' di tutto insomma, come credo accada anche nei vostri inbox. Aggiunge Liz:

Dimenticate quel che avete sentito dire della prima impressione; è l'ultima impressione quella che conta. Sono le ultime impressioni - sia che abbiano a che fare con un servizio clienti, che un negozio online, o con un appuntamento al buio - quelle che ricordiamo. Sono quelle che ci rimangono in mente. Ma c'è un genere di ultima impressione che la gente tende a scordarsi. La riga finale delle email - quella prima della vostra firma - è del tutto ignorata. Date un'occhiata alla vostra casella di posta.

Via | Bobulate

  • shares
  • Mail