Daniel Domscheit-Berg ammette di avere rimosso dei dati da WikiLeaks

Daniel Domscheit-Berg - WikiLeaks

Daniel Domscheit-Berg, noto con lo pseudonimo di Daniel Schmitt, ha ammesso la rimozione di circa 5Gb di dati da WikiLeaks: in polemica con Julian Assange aveva lasciato il portale per creare in proprio OpenLeaks. Le informazioni rimosse sono di carattere diverso: le no-fly list per l'antiterrorismo e dei dati sulla Bank of America.

Domscheit-Berg è pure l'autore di Inside WikiLeaks, un libro in cui spiega i termini della polemica con Assange. WikiLeaks ha confermato in dettaglio la natura delle informazioni rimosse: oltre a quelle già citate, ci sarebbero dei dati su venti organizzazioni neo-naziste statunitensi e le intercettazioni d'un centinaio di società.

L'eccessiva “personalizzazione” dei portali di whistleblowing (così si chiamano i progetti d'informazione sulla falsariga di WikiLeaks) e gli “sgarri” tra i loro rappresentanti rischiano seriamente di trasformare le rivelazioni in gossip di cattivo gusto, mentre i medium tradizionali annullano ogni reazione per la società di massa.

Via | Spiegel Online

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: