La Germania contro il Like di Facebook

La Germania contro il Like di Facebook

La Germania contro il Like di Facebook. O almeno una sua parte: lo stato federato di Schleswig-Holstein ha infatti ordinato a tutti gli organi istituzionali di chiudere le proprie pagine ufficiali sul social network, rimuovendo allo stesso tempo i bottoni Like (o Mi Piace che dir si voglia) per evitare di incorrere in sanzioni pecuniarie.

La decisione dello Schleswig-Holstein sarebbe maturata in seguito all'analisi del suo commissario per la protezione dei dati, Thilo Weichert, secondo il quale Facebook creerebbe segretamente dei propri profili di utenti registrati e non registrati, usando proprio i dati raccolti attraverso l'uso del bottone Like. Se confermata, la cosa violerebbe ovviamente sia le leggi tedesche sulla protezione dei dati, che quelle europee. La reazione di Facebook non ha tardato ad arrivare, specificando che l'unica informazione raccolta dalla società alla pressione del bottone Like sarebbe l'indirizzo IP dell'utente e pronunciando le seguenti parole:

"Respingiamo fermamente ogni affermazione che Facebook non rispetti gli standard di protezione dei dati europei. Il bottone Like di Facebook è una funzionalità così popolare perché le persone hanno il completo controllo su come la loro informazione è condivisa attraverso esso. Per più di un anno il plugin ha portato valore aggiunto a tante attività commerciali e persone singole ogni giorno. Analizzeremo il materiale fornito dalla ULD, sia per conto nostro, sia per conto degli utenti web in Germania."

Non è la prima volta che Facebook deve fronteggiare problemi del genere in Germania: ricorderete infatti il procedimento legale da parte dell’Autorità per la Protezione dei Dati di Amburgo.

Via | Mashable.com

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: