È nato vent'anni fa il World Wide Web di Tim Berners-Lee con il CERN

CERNTim Berners-Lee, all'epoca un ricercatore del CERN di Ginevra, inaugurò il protocollo HyperText Transfer Protocol (HTTP) il 6 agosto del 1991: esattamente vent'anni fa Berners-Lee pubblicò il primo sito web della storia. È così che nacque il World Wide Web (WWW), destinato a rivoluzionare per sempre la comunicazione degli individui.

Una bozza preliminare del protocollo di rete per il web fu presentata da Berners-Lee al CERN nel 1989: proponeva l'adozione dei documenti ipertestuali. Ripresentata nel maggio del 1990, portò in ottobre alla produzione di WorldWideWeb. È stato il primissimo browser. Bernd Pollermann s'affiancò a Berners-Lee tra novembre e dicembre.

Il 1991 è stato l'anno più importante per la nascita del web: il 6 agosto ricorre l'anniversario del primo sito web funzionante e accessibile da HTTP con un indirizzo WWW. Sono passati vent'anni: il web ha assunto un ruolo fondamentale per la vita di tutti. Tant'è che il livello di sviluppo umano si calcola sull'accesso a internet.

WorldWideWeb è stato soltanto un browser dimostrativo e non fu mai disponibile per il pubblico. Si deve a Erwise, Viola e Midas (tutti presentati nel 1992) la disponibilità pubblica dei primi browser. Furono sviluppati per NeXTSTEP su UNIX. Si deve alla NCSA nel 1993 la creazione di Mosaic: un browser simile a quelli che conosciamo.

Mosaic diventò installabile su Windows 3.0 e Amiga 2.0, oltre a UNIX: soltanto più tardi diventò Netscape Navigator. Oggi la stessa esperienza prosegue con Mozilla e Firefox. Un iniziale progetto per la ricezione domestica del web risale, invece, al gennaio del 1994: in giugno fu avviato il primo web server pubblico presso il CERN.

Nel 1995 il web raggiunge una maturità tale da essere al centro dei lavori del G7. Berners-Lee è ancora attivo nello sviluppo del web grazie al W3C, il consorzio che si occupa di mantenere gli standard del WWW. Incluso HTML5. Appena vent'anni di vita e il web è già uno strumento indispensabile: un'intuizione geniale di Berners-Lee.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: